Colle degli Ulivi Noventa

Oggi vi presentiamo un vino che abbiamo appena inserito nella nostra carta vino e potete trovare al QB Duepuntozero                                           Il Colle degli Ulivi Noventa

La famiglia Noventa, produce vino da circa quarant’anni, e da sempre si impegna per ottenere vini di qualità superiore, restando però fedele alle cure artigianali di un tempo. Per loro, fare viticoltura significa interpretare le esigenze della pianta e del terreno (visto che quest’ultimo si trova tra le cave di marmo di Botticino).

Il riconoscimento DOC risale al 1968.

La passione che ritrovate in questa azienda agricola, è il frutto sincero che ritrovate in ogni vite, in ogni grappolo, mantenendo il rispetto per l’ambiente un impegno quotidiano.

I Vigneti sono situati a 450 mt. Slm. Con esposizione e microclima ideali, la brezza costante consente di ottenere uva sana e soprattutto senza trattamenti chimici; il vino è quindi genuino, soprattutto per l’impiego ridotto di solfiti.

Il terreno particolarissimo, non consente l’ultilizzo di diserbanti chimici, ma solo lavorazioni meccaniche della terra.

Dal 2011 iscritti all’albo degli operatori Biologici della regione Lombardia.

Tra le uve prodotte troviamo:

La Barbera, che conferisce al vino spiccata eleganza.

Il Sangiovese che apporta rotondità e il Marzemino che conferisce al vino colore e struttura.

La Schiava Gentile dona freschezza e profumi delicati.

 

 IL 10 Ottobre, le uve sono state raccolte a mano,e subito diraspate, per ottenere il meglio. La vinificazione è classica con l’ausilio di attrezzature all’avanguardia, come il vinificatore in acciaio che permette di controllare le temperature; le bucce restano a contatto con il mosto per 5 giorni, dopo di che l’affinamento avviene per una parte in botticelle di rovere e un’altra parte in botti di rovere molto più grandi per 36 mesi. Il vino non viene filtrato, così da mantenere intatte le caratteristiche del vino.

Colore rosso carico, che ben si accompagna con carni rosse, come gli arrosti.

 


Scrivi commento

Commenti: 0